Home cultura e spettacolo “SMCV: la meglio ora”, la prima al Garibaldi il prossimo 11 febbraio.

“SMCV: la meglio ora”, la prima al Garibaldi il prossimo 11 febbraio.

507

Tutto pronto per la prima del docu-film “SMCV: LA MEGLIO ORA”.
L’opera, interamente ambientata a Santa Maria Capua Vetere, verrà proiettata per la prima volta il prossimo 11 Febbraio al Teatro Garibaldi: “Sono previsti due spettacoli, uno alle ore 19 e uno alle 21 -spiega Gianluca Seghizzi, a cui si deve il soggetto e l’idea del docu-film- A chi vorrà vederlo verranno chieste solo due cose: un po’ di comprensione e un piccolissimo contributo di 2 euro. Tutto quello che sarà raccolto in quella data, servirà per proiezioni future e una maggiore fruizione dell’opera. Ci tengo a ribadire –prosegue Seghizzi- che la realizzazione del docu-film è stata possibile solo grazie alla generosità di privati cittadini che hanno deciso, fin da subito, di sponsorizzare questo nostro progetto, non essendo stato chiesto alcun contributo economico al Comune di Santa Maria Capua Vetere. A questi privati cittadini rivolgiamo il nostro più sentito ringraziamento per averci consentito di portare sullo schermo questo viaggio nella memoria”
“SMCV: LA MEGLIO ORA” è stata interamente girata a Santa Maria e alla sua realizzazione hanno preso parte solo sammaritani. “Il volto e la voce del protagonista sono di Luigi Cinone, attore teatrale nostro concittadino –puntualizza Gianluca Seghizzi- così come nostri concittadini sono lo sceneggiatore, Giuseppe Di Monaco, il regista, Pino D’Ambrosio, e il videomaker, Raffaele D’Ambrosio mentre le musiche sono state curate dal maestro Raffaele Salemme e da Michele Colucci in arte Venovan, giovane e promettente musicista”.
“Chi desidera saperne di più può contattare i seguenti numeri: 3394561711 – 3358387852. Spero che questo nostro umile atto di amore per la città possa piacere ai suoi cittadini –conclude Seghizzi-

articolo precedenteRaccolta differenziata, a Santa Maria Capua Vetere arriva l’EcoMobile
prossimo articoloContro i furti notturni, a Casapulla c’è la Protezione Civile