Home cultura e spettacolo Viaggio nel cuore dell’Antica Capua con l’Associazione Culturale “Capua Vetere”

Viaggio nel cuore dell’Antica Capua con l’Associazione Culturale “Capua Vetere”

1518

Dopo il grande successo dello scorso weekend, l’Associazione Culturale “Capua Vetere” organizza per Sabato 20 maggio un doppio appuntamento con l’Antica Capua.

Si comincia in via degli Orti, dove, nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune per il mese di Maggio, dalle 17 alle 18:30 gli archeologi dell’Associazione guideranno i visitatori allo scoperta di una domus estesa, ricca, alla stregua delle sontuose ville pompeiane, provando a ricostruire ‘l’intimità’ della casa, lo scorrere del tempo tra le pareti domestiche e la giornata del dominus tra affari e svago negli spazi pubblici cittadini. Un giardino colonnato, un grande ninfeo con nicchie sulla parete di fondo in origine adorne di statue, vasche a livelli sovrapposti, un euripo centrale e sale di rappresentanza: il lusso di una dimora capuana a celebrazione del proprietario che in quegli ambienti amava ricevere i propri ospiti.

Poco dopo, in occasione della ‘Notte europea dei Musei’, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento, riapre a grande richiesta la domus di Confuleius Sabbio (sita al di sotto di un condominio moderno in Corso Aldo Moro), con due visite teatralizzate alle 19 e alle 20, curate ancora una volta dagli archeologi dell’Associazione con la straordinaria partecipazione dell’attore Luigi Cinone, sammaritano doc, e visite tradizionali fino alle 22. “RECTE OMNIA VELIM SINT NOBIS”, “che tutte le cose ci vadano bene”: è questo l’augurio di Publius Confuleius Sabbio, sagarius, produttore e commerciante di mantelli, pronto ad aprire le porte della sua dimora per raccontare agli ospiti un po’ di se stesso e della città che lo rese un imprenditore ricco e di successo.

Tutte le attività sono gratuite, ma occorre prenotarsi scrivendo a capuavetereculturale@gmail.com o chiamando al 3476991166. Si consiglia di presentarsi dieci minuti prima dell’inizio della visita.

articolo precedentePer il “Weekend dei Monumenti” domenica è ZTL sul Corso Garibaldi
prossimo articoloSan Prisco, il PD al sindaco: “Esistono anche le dimissioni”