Home cultura e spettacolo La magia delle rievocazioni storiche: buona la prima per Spazio Nuovo che...

La magia delle rievocazioni storiche: buona la prima per Spazio Nuovo che porta a casa un grande risultato

872

Rievocazioni storiche, battaglie, processi e riti propiziatori: atmosfere uniche quelle rivissute a Santa Maria Capua Vetere nel corso dell’intero week end, nell’ambito dell’iniziatica Capua 211 a.c. fortemente voluta dall’associazione Spazio Nuovo, da mesi attiva sul territorio.
Roma contro Cartagine, dunque rievocazione storica della II Guerra Punica e più precisamente di quella fase storica definita come “guerra di logoramento” (215-210 a.C.) che portò all’assedio di Capua (211 a.C.) da parte dei Romani nei confronti dei Campani, a quel tempo alleati di Annibale, ha incantato centinaia di turisti, studenti e curiosi che si sono ritrovati all’ingresso dell’anfiteatro campano. A partecipare sono stati numerosi figuranti dell’associazione culturale ‘Decima Legio’ con la partecipazione della Federazione ‘Europa Antiqua’ e de ‘I Cavalieri de li terre Tarentine’.
Al centro della due giorni anche la sfilata della ‘X Legio’ dall’Arco Adriano a piazza I Ottobre, in contemporanea, l’allestimento del ‘Castrum della X Legio’. Nella giornata di domenica poi grande spettacolo con la simulazione della battaglia che, nel 211 a.C., vide contro i Romani e i Cartaginesi sul suolo dell’antica Capua. L’esibizione, un’autentica e dettagliata ricostruzione storica combinata con la pratica marziale, ha previsto anche una sfilata dei legionari nel cuore della città.
Buona la prima dunque per un’associazione, guidata da Raffaele Signore e sostenuta da instancabili giovani come Giuseppe e Vincenzo Buco, Alessandro Maffei, che vuole riaccendere i riflettori sui temi della cultura e del sociale attraverso iniziative che possano in qualche modo valorizzare l’immagine della città dando lustro alle sue bellezze.
<<Spazio Nuovo – hanno spiegato gli organizzatori a lavoro fino a tarda notte per la buona riuscita dell’evento – è un’associazione culturale costituita da un gruppo di giovani uniti dalla passione e l’amore per la città di Santa Maria Capua Vetere, siamo soddisfatti di essere riusciti ad andare fino in fondo e a realizzare questo evento che per noi era prima di tutto un sogno da regalare a turisti ed amici. Replicheremo il prossimo anno e intanto già rimbocchiamo le maniche per il prossimo evento, di cui parleremo tra qualche settimana. Cogliamo l’occasione per ringraziare l’amministrazione comunale, la polizia municipale di Santa Maria Capua Vetere e gli sponsor che ci hanno permesso di realizzare l’evento>>.

articolo precedenteNel futuro del Gladiator c’è una certezza
prossimo articolo«Orient@Menti», a Santa Maria Capua Vetere il seminario sulle politiche giovanili