Home politica Il M5S chiede “parcheggi rosa” riservati alle donne in stato di gravidanza

Il M5S chiede “parcheggi rosa” riservati alle donne in stato di gravidanza

364

Con Protocollo n° 22218 il 5 luglio il MoVimento 5 Stelle ha depositato la seguente Mozione al Consiglio Comunale di Santa Maria Capua Vetere.

MOZIONE
Istituzione di stalli di sosta denominati “ parcheggi rosa” riservati alle donne in stato di gravidanza o con prole neonatale al seguito.

PREMESSO
– Che le donne, conducenti di autoveicoli, che si trovano in stato di gravidanza e le neo mamme alle prese con carrozzine e passeggini dei figli piccoli sono soggette a disagi negli spostamenti cittadini soprattutto per le difficoltà’ di trovare parcheggio;
– Che i “parcheggi rosa” costituirebbero un grande contributo sociale per le donne in stato di gravidanza e per le neo mamme con lattanti al seguito, che potrebbero consentire loro di vivere una maternità’ con meno stress, permettendo cosi’ di parcheggiare senza difficoltà’ nei luoghi da loro frequentati e dove la sosta risulta problematica;
– Che i“parcheggi rosa” se pur destinati a soggetti deboli non sono previsti dal vigente Codice della strada, quindi non sanzionabili in caso di parcheggio selvaggio, ma l’iniziativa e’ da intendersi esclusivamente sulla responsabilità’ ed il senso civico dei cittadini, invitati a rispettare i soggetti beneficiari dei parcheggi riservati. In alcuni comuni d’Italia e’ stato già adottato, come Cagliari, Lecce, Messina, attraverso un pass di cortesia che può essere richiesto anche dai non residenti. Per ottenere il permesso di sosta le donne in stato di gravidanza devono compilare la richiesta e allegare un certificato medico in cui è indicata la data presunta del parto.
 I neo genitori, fino al compimento del primo anno di vita del figlio, devono compilare solo un’autocertificazione.
Impegna la Giunta ed il Sindaco
 a

provvedere all’allestimento di aree di sosta denominate “Parcheggi rosa” da istituire con idonea segnaletica orizzontale e verticale in prossimità’ di asili nido,parchi pubblici, uffici pubblici, centro storico, aziende sanitarie, farmacie, negozi sanitari, mercato comunale, consultori.
Certi che in relazione all’oggetto, il consiglio comunale potrà al più presto
darci una risposta in merito, porgiamo i ns distinti saluti.

Il gruppo consiliare del M5S Santa Maria Capua Vetere

articolo precedenteFestival del Teatro Greco 2017, premiato l’attore sammaritano Russo
prossimo articoloDissesto stradale del Centro Storico, il M5S lancia l’allarme

1 commento

  1. Stupisce la proposta delle strisce rosa e il mancato controllo da parte dell’opposizione (almemo di quella che in maggioranza non è mai stata) dell’uso legittimo di quelle blu. Ovviamente fa scena protocollare questa richiesta (per carità, legittima!), mentre andare a fare i conteggi del rapporto strisce blu/bianche sarebbe molto più complesso e spinoso, soprattutto se si considera chi trae giovamento dai parcheggi a pagamento, oltre all’amministrazione.

Comments are closed.