Home Attualità ‘DOVE’, a Santa Maria Capua Vetere nasce la prima “mappa dei servizi

‘DOVE’, a Santa Maria Capua Vetere nasce la prima “mappa dei servizi

2

“Non amiamo a parole ma con i fatti”, le parole dell’apostolo Giovanni riprese da Papa Francesco nel messaggio di presentazione della Prima Giornata Mondiale dei Poveri, da lui stesso istituita per domenica 19 novembre al termine del Giubileo della Misericordia, sono state accolte anche dalla città di Santa Maria Capua Vetere e dall’amministrazione comunale che, in concomitanza con il primo appuntamento mondiale voluto da Sua Santità, ha inteso dare un segnale significativo e concreto attraverso la presentazione e la divulgazione della prima “mappa dei servizi” sul territorio cittadino.

Si chiama ‘DOVE’ e si tratta di una cartina della città sulla quale sono localizzati, con adeguata legenda, 26 punti di accoglienza, di assistenza, di ascolto e, in sostanza, di sportelli che forniscono concreti aiuti attraverso la distribuzione di alimenti e/o indumenti ubicati sul territorio di Santa Maria Capua Vetere. Parrocchie, associazioni cittadine, fondazioni, associazioni di volontariato, uffici comunali ma anche quelli dell’azienda sanitaria locale: sulla “mappa dei servizi” compare la totalità dei punti di accoglienza in cui le persone che vivono un disagio possono trovare conforto, sia esso morale che materiale, salvaguardando al contempo la riservatezza in quanto il ricorso alla guida cittadina consente di muoversi in piena autonomia.

Il progetto è stato possibile grazie alla ferma volontà dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Mirra in sinergia con le parrocchie e le associazioni cittadine la cui collaborazione affonda le proprie radici nell’esigenza di ritrovarsi come “comunità”. L’idea nasce con l’obiettivo di garantire in maniera concreta servizi, assistenza e nel contempo discrezione; con la distribuzione in città di questa mappa, chiunque vive un disagio di qualsiasi natura avrà a portata di mano in maniera autonoma l’elenco dei servizi e delle disponibilità di cui sarà possibile avvalersi.

La “mappa dei servizi” verrà distribuita attraverso apposite brochure (saranno 5.000 in totale) in diversi punti della città di Santa Maria Capua Vetere ma sarà reperibile anche sulla pagina ufficiale Facebook e sul sito istituzionale dell’Ente, dove sarà possibile trovare anche l’elenco dettagliato dei 26 punti e relativi servizi erogati.

articolo precedenteCampo Sorbo, Graziano bacchetta l’amministrazione
prossimo articoloForza Italia interviene sul Birra Festival: “Si perde e si vince tutti insieme”