Home cultura e spettacolo Edizioni Spartaco e Lalineascritta presentano il laboratorio di scrittura “Di...

Edizioni Spartaco e Lalineascritta presentano il laboratorio di scrittura “Di lama e di trama. Dai sensi al racconto, dall’invenzione all’editing”

6

Edizioni Spartaco, casa editrice fondata nel 1995, e Lalineascritta, la più antica scuola di scrittura del Sud e tra le prime in Italia, s’incontrano su un terreno comune: la lettura e la scrittura creativa.

Sabato 2 dicembre 2017, alle ore 18, nella Libreria Spartaco, in via Martucci a Santa Maria Capua Vetere (Ce), si terrà la presentazione del laboratorio di lettura e scrittura creativa “Di lama e di trama. Dai sensi al racconto, dall’invenzione all’editing”che sarà tenuto – a partire dal 27 gennaio 2018, in esclusiva in provincia di Caserta – dalla scrittrice candidata al Premio Strega nel 2014 Antonella Cilento, fondatrice di Lalineascritta, la più antica scuola di scrittura del Sud e tra le prime in Italia. Sarà, inoltre, presentata la seconda raccolta di racconti della collana SpartacoLab, frutto del precedente laboratorio organizzato daEdizioni Spartaco. Il titolo è “Parole in viaggio” e contiene i racconti di Carmelina Moccia, Bruno Massa, Carla Mele, Gaetano Procida, Giovanna Renga, Pina Affinito, Rita Castiello. Ingresso libero.

Il laboratorio Di lama e di trama. Dai sensi al racconto, dall’invenzione all’editing

Saranno quindici gli incontri con cadenza settimanale, dal 27 gennaio al 19 maggio 2018, innanzitutto per affrontare e vincere la paura della pagina bianca, quindi per dare forma e sostanza a personaggi e trama, infine per una rilettura critica.

«Per Edizioni Spartaco Di lama e di trama rappresenta una nuova, stimolante avventura» afferma Ugo Di Monaco, amministratore della casa editrice. «Collaborare con Lalineascritta è un traguardo che apre la strada a nuove sfide per chi parteciperà al laboratorio: dopo tre corsi e due raccolte di racconti nella collana SpartacoLab, l’esperienza si consolida e fortifica grazie alla riconosciuta professionalità di Antonella Cilento. L’obiettivo è catalizzare intorno al nostro progetto, oggi ancora di più rispetto al passato, giovani scrittori, intellettuali, appassionati di letteratura, al fine di arricchire il dibattito culturale nazionale dando più forza alle voci del Sud».

«Un buon laboratorio di scrittura è sempre innanzitutto un luogo dove si apprende a leggere meglio, in modo verticale, con attenzione ai dati tecnici ma soprattutto alla sostanza profonda, la letteratura, che trova nella forma la sua modalità originale secolo dopo secolo» afferma Antonella Cilento. «In 25 anni di attività di Lalineascritta la maggior parte dei nostri partecipanti è sempre stata alla ricerca di una comunità di lettori cui unirsi, con cui scambiare impressioni, titoli, percorsi. È un paradosso ma leggere in Italia è diventata un’attività da loggia segreta, una sorte di dipendenza positiva che spinge in segreto a cercare altri lettori “drogati” quanto noi. Dunque, ogni tipo di lettore, sia quelli che hanno poco tempo sia quelli che leggono abbastanza ma vorrebbero leggere di più, sia quelli che si interrogano su come scegliere in libreria, se in base a una copertina occhieggiante o al contenuto, sia quelli che, invece, sono fortissimi ma desiderano individuare dei complici, vengono da sempre ai nostri corsi. La scrittura, per loro, è una scusa in più. Spesso chi è venuto senza l’obiettivo prioritario di scrivere scopre di avere un talento. È anche per questo che ci fa particolare piacere la collaborazione con una forza editoriale del nostro territorio e del Sud come Spartaco Edizioni: fare rete intorno alla cultura con scopi trasparenti è essenziale».

ANTONELLA CILENTO (Napoli, 1970), finalista al Premio Strega 2014 e vincitrice del Premio Boccaccio 2014 con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori, 2014), pubblica romanzi, racconti, reportages: Il cielo capovolto (Avagliano, 2000) Una lunga notte (Guanda, 2002, Premio Fiesole 2002, Premio Viadana, finalista Premio Vigevano, Premio Greppi, selezionato al Festival du Premier Roman di Chambéry), Non è il Paradiso (Sironi, 2003), Neronapoletano (Guanda, 2004), L’amore, quello vero(2005, Guanda), Napoli sul mare luccica (2006, Laterza), Nessun sogno finisce (2007, Giannino Stoppani), Isole senza mare(2009,Guanda), Asino chi legge (2010, Guanda), La paura della lince (2012, Rogiosi), Bestiario napoletano (Laterza, 2015), La madonna dei mandarini (NN editore, 2015). I suoi romanzi sono tradotti in Francia, Spagna, Lituania, Corea, Germania, Russia, alcuni suoi racconti sono editi in Olanda, Romania e Stati Uniti. Collabora con Il MattinoIl Corriere della SeraL’Indice dei libri del meseGrazia. Ha ideato e conduce il laboratorio di scrittura creativa Lalineascritta dal 1993 presso associazioni, librerie, scuole di ogni ordine e grado, forma insegnanti e studenti in tutt’Italia.

EDIZIONI SPARTACO articola la sua produzione letteraria in due collane, Dissensi di narrativa italiana e straniera, e I Saggi di saggista e docu-fiction. Ha pubblicato la romanziera inglese Maggie Gee, vicepresidente della Royal Society of Literature e candidata all’Orange Price e all’International Dublin Literary Award; lo scrittore e commediografo Dan Fante, figlio di John Fante; ha tradotto e pubblicato, per prima in Italia, lo scrittore statunitense Ben Fountain, vincitore del National Book Critics Circle Award, gli scritti di John Dos Passos contro la condanna a morte di Sacco e Vanzetti, due dei delitti celebri di Alexandre Dumas, saggi sulla letteratura di Robert L. Stevenson e altri classici inediti. Molti autori italiani della Spartaco sono vincitori di premi e riconoscimenti a livello nazionale e sono pubblicati anche in Germania e in Francia. Il saggio Camus. L’unione delle diversità dello studioso Alessandro Bresolin è stato pubblicato in Francia nel 2017 con l’introduzione di Agnès Spiquel, presidente della Société des Études camusiennes.

articolo precedenteSpartacus Rugby, l’esordio a San Nicola contro la prima classificata
prossimo articoloScarcerato l’ex sindaco Di Muro