Home politica Distretto turistico Appia Antica: S. Maria CV ne sarà protagonista

Distretto turistico Appia Antica: S. Maria CV ne sarà protagonista

0

La Città di Santa Maria Capua Vetere sarà protagonista della valorizzazione del patrimonio ambientale, storico, gastronomico e culturale dell’Appia Antica. Con apposita delibera di giunta, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Mirra ha sancito l’adesione del Comune all’Associazione “Distretto Turistico Appia Antica”, organismo che si propone appunto la promozione della vocazione turistica del territorio dell’Appia Antica attraverso una costante sinergia ed una forte integrazione tra i Comuni storicamente e culturalmente legati, sfruttando adeguatamente il potenziale costituito dalla presenza di grandi attrattori turistici oltre che da immense ricchezze sotto il profilo storico, archeologico, artistico, ambientale e gastronomico.

L’obiettivo principale consiste quindi nella creazione di una rete che coinvolga concretamente tutte le realtà che ricadono nell’area dell’Appia Antica, mettendo a punto un’interazione tra tutte le risorse del territorio per convertire il patrimonio territoriale in strumenti di sviluppo e di ricchezza per l’intera comunità. Inoltre, al fine di agevolare il perseguimento di tale traguardo, il “Distretto Turistico Appia Antica” di prefigge anche ulteriori obiettivi quali l’accesso agevolato ai finanziamenti regionali, nazionali ma anche europei, la semplificazione delle procedure per l’avvio delle attività, la realizzazione di opere infrastrutturali che siano adeguate alle esigenze del territorio.

“Quest’amministrazione comunale – ha dichiarato il consigliere comunale Salvatore Mastroianni, delegato dal Sindaco all’apposita conferenza di servizi tenutasi presso la Regione Campania lo scorso 22 Dicembre – cerca di non farsi sfuggire nessuna delle opportunità finalizzate al rilancio e alla valorizzazione della vocazione turistica del territorio soprattutto da intendersi come ricaduta in termini turistici e di valorizzazione del territorio cittadino”.

articolo precedenteNatale all’insegna della solidarietà per la Onlus Ció che vedo in cittá
prossimo articoloRaccolta rifiuti, bene ma non benissimo