Home politica Continua l’attività per il Movimento Idea Sociale, ieri terza riunione federale

Continua l’attività per il Movimento Idea Sociale, ieri terza riunione federale

1

Ieri si è tenuta, presso la sezione di Santa Maria Capua Vetere, la terza riunione federale della dirigenza missina provinciale dove si è rendicontato delle attività svolte, sia a livello locale sia a livello provinciale, su tutto il territorio della provincia casertana. Le attività svolte vanno dalla raccolta firme per la campagna “assegno mensile alle casalinghe” al protocollo della richiesta di riduzione addizionali provinciali comunali e regionali su vari Comuni della provincia e direttamente anche alla Regione e alla Provincia stessa. Quest’ultima attività verrà ripetuta su tutti i comuni  perché si ha intenzione di incidere sui territori della provincia di Caserta con l’obiettivo di ottenere un risultato importante per tutti i cittadini. Tra i prossimi comuni a cui perverrà questa proposta del Movimento Idea Sociale ci sono  Curti, Santa Maria Capua Vetere ed i comuni dell’alto casertano. I cittadini devono sapere che, quando pagano le tasse, oltre a pagarle allo Stato, pagano quote anche a Comune, Provincia e Regione e queste quote si trovano sia sui consumi energetici, attività produttive, in busta paga sulla quota Irpef e sulla benzina nonché sui beni immobili. Infine il Segretario Provinciale Fabio Simeone ha illustrato tutto il programma politico del Movimento Idea Sociale alla cittadinanza intervenuta dichiarando che il M.I.S è un Movimento che va oltre la protesta arrivando alla proposta del dalla proposta al confronto con tematiche concrete nell’esclusivo interesse del popolo rilanciando anche la campagna tesseramento 2018 ai fini di coinvolgere tutte quelle persone stanche di una attività politica passiva e silente Delle varie amministrazioni comunali della Provincia di Caserta.

articolo precedenteAuto e rifiuti. Via degli Spiriti è una discarica a cielo aperto
prossimo articoloMille voci per la Legalità: notevole successo per il progetto dell’amministrazione Mirra