Home cultura e spettacolo Dall’arena allo schermo: oltre trecento persone per l’ultimo appuntamento prima della pausa...

Dall’arena allo schermo: oltre trecento persone per l’ultimo appuntamento prima della pausa estiva

Cala il sipario, almeno fino al prossimo 10 settembre, sullarassegna “Dall’arena allo schermo”, ideata e realizzata dall’associazione Arthmòs in collaborazione con Amico Bio e Radio Zar Zak che fino a ieri sera ha portato all’ombra dell’anfiteatro campano centinaia di appassionati di cinema nonché ospiti di spessore.

<<Ha vinto il pubblico – ha commentato il direttore artistico Francesco Massarelli – È questo il risultato più esaltante della seconda edizione di questa rassegna. Siamo estremamente soddisfatti dei numeri, ma quello che ci rende davvero felici è la qualità. Da noi la gente non è venuta semplicemente a prendersi il fresco o a godersi la bella location, è venuta perché ha colto la possibilità di vivere belle serate grazie ad un cinema di qualità>>.

A parlare è anche Antonella Rossetti, direttrice artistica dell’associazione Arthmòs: <<Come associazione abbiamo sempre voluto agire nel segno della qualità. Abbiamo cominciato con Portoni in arte, rassegna teatrale, riuscendo nel nostro intento: dimostrare come la qualità possa essere fruibile. Speriamo di continuare su questa linea, a settembre infatti riprenderà la rassegna teatrale Profili contemporanei, che farà tappa in diverse location della città di Santa Maria Capua Vetere>>.

Una chiusura degna di nota che ha visto giovedì sera oltre trecento persone partecipare alla doppia proiezione, prima del cortometraggio “Schermi” della giovane regista casertana Rossella Scialla e subito dopo del film del regista croato Rajko Grlic dal titolo “The constitution, due insolite storie d’amore”.

Appuntamento a lunedì 10 settembre con l’evento di chiusura, l’atteso concerto jazz con Pietro Condorelli (chitarra), Simona Boo (voce), Francesca Masciandaro (flauto), Domenico Santaniello (contrabbasso) e Claudio Borrelli (batteria).