Home politica IACP è scontro. Mastroianni replica a Di Nardo

IACP è scontro. Mastroianni replica a Di Nardo

Riteniamo opportuno, soprattutto per ristabilire la verità circa le attenzioni riservate al rione IACP, dover segnalare il notevole vuoto di memoria, sia recente che storica, denotato dal consigliere del Partito democratico Francesco Di Nardo attraverso una comunicazione affidata alla sua pagina Facebook”. Sono le parole del consigliere di maggioranza Salvatore Mastroianni che interviene a seguito delle dichiarazioni di Di Nardo aventi ad oggetto il rione IACP.

“E’ necessario correggere il consigliere del PD – ha spiegato Mastroianni – che evidentemente non ricorda, o forse non vuole ricordare, quanto complicato sia stato per l’amministrazione Mirra operare in una città che, nel 2016, era letteralmente nel baratro a tutti i livelli e in ogni settore; situazione ben ripresa purtroppo da tutte le cronache anche nazionali che hanno, fino al 2016, illustrato Santa Maria Capua Vetere come una città in totale agonia”.

“Tralasciando però le evidenti lacune circa la memoria storica di Di Nardo e rispetto alle quali, benché non sia nello stile della nostra amministrazione, riteniamo doverosa ogni tanto una rinfrescata, veniamo invece alle lacune circa l’attività di concreta programmazione, rispetto al rione IACP, messa in atto dall’amministrazione Mirra nei primi due anni di mandato; lacune ben più gravi considerando la partecipazione del consigliere alla attuale vita istituzionale dell’Ente. Penso – ha spiegato Mastroianni – al recupero del PRU oramai in fase di realizzazione, che era bloccato dal ’97, che prevede attraverso lavori già avviati la realizzazione di strade, di un parco urbano, di un mercato rionale, di un’area giochi nello spazio antistante la parrocchia e così via; penso ancora al recupero del bando “Io Gioco Legale”, che la precedente amministrazione comunale ha rischiato di perdere, che prevede la realizzazione di un impianto sportivo polivalente; penso inoltre alla riqualificazione dell’intera area attraverso una convenzione con lo IACP, anche questa bloccata da oltre 15 anni, che permetterà nelle prossime settimane di consegnare alla città e, in particolare, al rione una struttura sportiva polivalente con annessi locali commerciali; infine penso, ai fini di un recupero anche sociale, alla realizzazione in sinergia con l’Asl di un centro diurno per il contrasto alle nuove dipendenze”.

“E’ chiaro – ha concluso Mastroianni – che non stiamo parlando di idee, di promesse elettorale da “sbandierare” volendo utilizzare le parole di Di Nardo, bensì di programmazione concreta e di lavori già avviati rispetto ai quali per troppi anni i residenti del rione IACP hanno ricevuto promesse costantemente evase. Se Di Nardo pensa di strumentalizzare politicamente il rione IACP ricorrendo ad una terminologia gravissima quando scrive che “la città sta morendo” o è un consigliere comunale distratto oppure agisce in maniera politicamente impropria, delle due l’una.

La questione rifiuti nel rione IACP, argomento delle foto postate da Di Nardo, rappresenta un tema di particolare attenzione per la nostra amministrazione; oltre ai periodici interventi di raccolta degli ingombranti, in aggiunta a quelli di ordinaria raccolta, abbiamo sempre ritenuto che, per una zona particolarmente complicata, il migliore iter fosse quello di una prioritaria riqualificazione e di una valorizzazione dell’intera area per poi avviare un percorso virtuoso con i residenti finalizzato alla diffusione di cultura e sensibilizzazione relativa alle buone pratiche della raccolta differenziata che, da sempre, evidenzia in quel rione qualche carenza di troppo”.