Home politica MAGIALMA, rinuncia al progetto. Ecco il comunicato

MAGIALMA, rinuncia al progetto. Ecco il comunicato

0

In riferimento ai fatti narrati in questi giorni dai giornalilocali circa la candidatura e successiva aggiudicazione da parte della società MAGIALMA Cooperativa Socialedel bando “I.T.I.A., Intese Territoriali Di Inclusione Attiva, presso l’ambito territoriale C8, la Scuola Magialma, per evitare alcun tipo di fraintendimento, per questioni di opportunità e per preservare la propria integrità etica e morale, rinuncia al progetto di cui soprae tiene a precisare alcuni aspetti poco chiari a chi ha tanto ed impropriamente scritto.

Scuola Magialma è una realtà che da ormai 5 anni offre al nostro territorio servizi di formazione professionale, di orientamento, di ricerca e sperimentazione altamente qualificati. La scuola vanta uno staff per la maggior parte costituito da giovani e da donne, il proprio punto di forza.

Oltre ad offrire corsi di formazione autofinanziati,Scuola Magialma eroga tantissimi corsi destinati a persone economicamente svantaggiate, finanziati dalla Regione Campania e da altri enti pubblici italiani. Da ciò si può ben comprendere che Scuola Magialma si affidaad uno staff di progettazione ampiamente qualificato che le ha consentito, negli anni, di ottenere varie aggiudicazioni presso enti pubblici di rilevanza regionale e nazionale.

Per quanto riguarda il bando in questione che tanto scalpore ha suscitato, la Regione Campania, stanziante i fondi, ha previsto che ogni ambito territoriale, tramite avviso pubblico, costituisse un partenariato composto da 6 enti che, coordinato dall’ente Capofila dell’ambito territoriale, progettasse diverse azioni di inclusione attiva rivolte a giovani svantaggiati e presentasse un progetto complessivo alla Regione stessa per l’eventuale approvazione e stanziamento dei fondi.

In particolare, Scuola Magialma, in accordo con gli altri partner aggiudicatari, aveva previsto l’erogazione di un corso di Pizzaiolo destinato a 14 giovani dell’ambito territoriale C8, economicamente e socialmente svantaggiati. La partecipazione al corso, infine, gli avrebbe consentito di conseguire un diploma finito, spendibile per il futuro, ed ottenere un’indennità di partecipazione riconosciuta ad ogni corsista.

Si tiene a precisare che uno dei requisiti imprescindibili per la realizzazione del progetto era la territorialità, ossia che gli interventi fossero eseguiti all’interno del territorio dell’ambito di riferimento. La Scuola Magialma, pertanto, ha presentato il proprio progetto all’ente capofila dell’ambito territoriale di propria competenza, rappresentato dal Comune di Santa Maria Capua Vetere.

La nostra scuola, inoltre, come accennato poc’anzi, non è risultata l’unica aggiudicataria, bensì è stata selezionata, dopo un’attenta valutazione progettuale da parte della commissione esaminatrice, assieme ad altri 4 enti operanti sul nostro territorio.

Per opportuna conoscenza, si sottolinea, inoltre, che il Dr. Fabio Monaco, marito dell’assessore Claudia Imparato, non è allo stato attuale nell’organo direttivo, né lo era al momento dell’aggiudicazione.

Dato che si è comunque speculato sulla vicenda, per questioni di opportunità e per preservare la propriaintegrità morale ed etica, si comunica che in data odierna, Scuola Magialma ha dichiarato, tramite pec ufficiale, indirizzata all’ambito territoriale C8, il proprio ritiro dal progetto I.T.I.A. INTESE TERRITORIALI DI INCLUSIONE ATTIVA.

Scuola Magialma esprime, infine, il proprio rammarico, consapevole che purtroppo il proprio ritiro possa pregiudicare la realizzazione del progetto, togliendo a 14 ragazzi la possibilità di realizzarsi.

articolo precedenteSecondo per dimensioni, primo per abbandono. Di cosa parliamo ?
prossimo articoloForza Italia, Uccella lascia: “Partito fragile senza linea politica”