Home politica L’Amministrazione non le manda a dire al M5S sulla questione “App”

L’Amministrazione non le manda a dire al M5S sulla questione “App”

“E’ a dir poco sorprendente – spiega l’Amministrazione Comunale – che siano proprio i consiglieri Silvia Cauli ed Angelo Alfano, il cui movimento politico dedica tantissima importanza alla comunicazione digitale, a sollevare perplessità circa l’efficacia, le prestazioni e le funzionalità dell’App Istituzionale che questa amministrazione comunale ha voluto adottare in linea con i principi di trasparenza e democrazia partecipata che sono propri delle linee programmatiche della coalizione di governo cittadino e che tra un paio di settimane sarà attiva e disponibile gratuitamente su tutti i dispositivi, smartphone e tablet, dei cittadini che vorranno installarla”.

105946766-109605800806087-5628686041506988702-n

“L’applicazione suggerita dal Movimento 5 Stelle, vale a dire WeDu – Decoro Urbano, rappresenta uno strumento estremamente limitativo rispetto ai principi di trasparenza dell’azione amministrativa nonché di partecipazione attiva da parte dei cittadini alla vita dell’Ente, dal momento che la stessa è circoscritta esclusivamente al canale delle segnalazioni che gli utenti possono inviare al Comune”.

Al contrario, l’App – realizzata da una ditta partner di Ancitel Spa, società dei servizi per i Comuni dell’ANCI – che la nostra amministrazione ha deciso di adottare e che per i cittadini sarà gratuita, oltre a prevedere il canale delle segnalazioni, dettagliatamente realizzato che consentirà agli utenti di comunicare direttamente agli uffici competenti eventuali disservizi, si estende ad una vasta gamma di servizi estremamente utili ed efficaci che consentiranno agli utenti di interagire in maniera diretta con tutto ciò che riguarda la vita della Città di Santa Maria Capua Vetere accorciando così nettamente la distanza tra le Istituzioni e il territorio. Infatti oltre alle notizie in uscita dal Comune, quali avvisi e comunicati, i cittadini che avranno installato gratuitamente l’App ComunicaCity riceveranno una push notification per ogni tipo di avviso urgente, quali ad esempio le allerte meteo, la chiusura improvvisa di una strada e tutto ciò che consenta all’utente di rimanere costantemente aggiornato su ciò che accade nella propria città. Altra funzionalità estremamente efficace è rappresentata dall’invio di documenti, moduli e quant’altro che arrivano direttamente sui dispositivi cellulari prevedendo così da un lato un’ottimizzazione dei tempi per gli utenti e dall’altro una drastica riduzione della “carta”. Le funzionalità dell’App ovviamente vanno ben oltre a questo elenco sintetico e saranno dettagliatamente illustrate in occasione di una imminente presentazione pubblica alla Città. L’ulteriore elemento di distinzione e, in particolare, di semplificazione rispetto ad un suo utilizzo consiste nel fatto che gli utenti non devono registrarsi per poterla scaricare sul proprio cellulare e ricevere quindi tutte le informazioni in uscita dal Comune, a differenza quindi dell’altra App che invece prevede obbligo di registrazione con i dati dell’utente che, inoltre, vanno a confluire nel database del privato che ha realizzato l’applicazione. Solo nel caso delle segnalazioni che l’utente attraverso ComunicaCity intende inviare all’Ente è prevista la comunicazione dei propri dati al fine di un più tempestivo contatto tra gli uffici e il cittadino ma, anche in questo caso, la differenza è sostanziale: i dati dell’utente non arrivano nel database del privato bensì esclusivamente agli uffici del Comune.

“Dispiace, quindi, dover constatare che anche al cospetto di interventi finalizzati a garantire la più ampia partecipazione dei cittadini alla vita dell’Ente e a ridurre le distanze tra gli stessi e le istituzioni, i consiglieri Cauli ed Alfano si limitino ad un intervento di natura politica che offusca quello che è l’obiettivo primario di questa azione”.

https://www.cafedonjose.it/cafe-don-jose-capsule-a-modo-mio-compatibili