Home Attualità Ex casa del Fascio all’asta. Aveta: “Grave danno alla città”

Ex casa del Fascio all’asta. Aveta: “Grave danno alla città”

Le associazioni cittadine “Fermiamo il degrado ambientale”, Adotta la CITTA’, “PASSIONE CIVICA”, come già fatto sui social network, sottolineano la gravità di quanto sta accadendo in merito alla vendita da parte dell’Agenzia del demanio dell’ex Casa del Fascio. Ha evidenziato Raffaele Aveta, portavoce delle Associazioni, come con l’asta del 29 luglio la città rischia di perdere alla pubblica fruizione uno dei suoi simboli storici. Un immobile dall’indubbio pregio storico e posto nel pieno centro della città doveva essere oggetto di un apposito piano di recupero e valorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale, per costruire spazi di aggregazione e socialità, dei quali la nostra città è sempre più povera.  Lo storico Palazzo, al quale abbiamo avuto accesso qualche giorno fa, si presenta in buone condizioni statiche, pertanto poteva essere ristrutturato con una spesa relativamente modesta e ritornare patrimonio dei sammaritani. C’erano mille progetti da mettere in campo per una struttura del genere, progetti che coinvolgendo la cittadinanza non avrebbero gravato sulla collettività. L’Indifferenza dell’Amministrazione cittadina, che non sta impedendo la vendita all’asta né a fatto appello ai cittadini per chiedere il loro intervento e salvare il bene, ci indigna fortemente. Si poteva pensare ad una Fondazione di partecipazione per mettere in campo strategie di rigenerazione del bene a fini sociali. Esistono appositi bandi per i beni culturali inutilizzati e il loro recupero alla loro dimensione sociale. Nulla di tutto questo è stato fatto con grave danno per la nostra città, che sempre di più viene abbandonata in un lungo sonno e condannata al sottosviluppo. Se il 29 luglio l’asta dovesse andare deserta- ha precisato Aveta- come associazioni metteremo in campo un nostro progetto per acquisire il bene, chiamando i sammaritani a dare il loro contributo. Ora non possiamo che aspettare nella speranza che la Città non perda un’altra occasione di riscatto sociale ed economico”.

105946766-109605800806087-5628686041506988702-n
https://www.facebook.com/gustoecaffe99/