Home Attualità Emergenza Coronavirus, le misure adottate dal Sindaco Mirra dopo la riunione...

Emergenza Coronavirus, le misure adottate dal Sindaco Mirra dopo la riunione del C.O.C.

4


Questa mattina, presso la Sala Giunta del Comune, si è tenuta una nuova riunione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) presieduto dal Sindaco Antonio Mirra e composto dai rappresentanti delle Forze dell’Ordine, nelle persone del Comandante della Stazione Carabinieri Mario Iodice, del Dirigente del Commissariato di Polizia di Stato Stanislao Caruso, del Comandante della Polizia municipale Giuseppe Aulicino e del Capitano Frizzato, nonché dalla Dirigente del Dipartimento di Prevenzione Distretto 21 dell’Asl dott.ssa Stefania Fornasier e della dott.ssa Giovanna Verrillo in rappresentanza della Direzione Sanitaria dell’ospedale Melorio, nonché dai rappresentanti della Protezione Civile nelle persone dell’avvocato Teodoro Serino, Gerardo Ferriero e Antonio Di Florio, mentre per la parte politica erano presenti l’assessore Gabriella Gatto, i consiglieri Francesco Di Nardo, Edda De Iasio e Pasquale Cipullo, anche componenti del coordinamento cittadino, e il vicesindaco Rosida Baia.

A margine di un proficuo confronto rispetto alle azioni da mettere in campo per fronteggiare l’emergenza nazionale derivante da Covid-19, il Sindaco Antonio Mirra ha previsto con propria ordinanza una serie di misure da adottare sul territorio cittadino in continuità rispetto alle disposizioni già contenute sia nel DPCM del 4 marzo 2020 che nelle ordinanze del Presidente della Regione Campania. 

In particolare, l’ordinanza prevede:  

  • 1. La sospensione delle autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico per iniziative,
  • banchetti informativi e gazebo, ad eccezione di quelli informativi in materia di COVID-19
  • fino al 3 aprile 2020;
  • 2. La sospensione della Fiera Mercato Settimanale per le date di domenica 8 marzo 2020 e
  • giovedì 12 marzo 2020;
  • 3. La sospensione di tutte le manifestazioni, eventi e spettacoli presso il Teatro Garibaldi, il
  • Salone degli Specchi, il Museo Civico e la Biblioteca Comunale fino al 3 aprile 2020;
  • 4. La sospensione delle attività delle ludoteche, e dei doposcuola fino al 15 marzo 2020;

Si raccomanda inoltre:

1. Ai Dirigenti Scolastici e al personale docente di attivare per tutta la durata della

sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità, ai sensi di  quanto previsto dal DPCM del 4 marzo 2020, art.1 – lettera g), vieppiù in caso di una eventuale proroga della

  • sospensione delle attività oltre il 15 marzo 2020;
  • 2. A tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o multimorbilità ovvero con stati
  • di immunodepressione di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di
  • stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati;
  • 3. A tutti i legali rappresentanti delle associazioni, circoli sportivi, palestre e similari il
  • rigoroso rispetto della distanza prevista dal DPCM all’interno delle rispettive sedi;

E infine si invita, su specifica indicazione delle Forze dell’Ordine presenti alla riunione del C.O.C., ad un uso responsabile dei social network al fine di evitare, in tale delicatissima fase di collettiva preoccupazione sulla tematica in oggetto, la diffusione di notizie non riscontrate che procurino allarme nella comunità;

Tutti i cittadini a recarsi presso gli uffici pubblici solo in caso di stretta necessità;

E’ stato inoltre previsto che sarà specificamente segnalato a tutti i gestori degli esercizi pubblici (pub, ristoranti, bar ed altro) di controllare il rispetto delle distanze sempre come previsto dal DPCM del 4 marzo. 

articolo precedenteS. PRISCO. Nessun caso positivo. Solo un uomo in quarantena fiduciaria
prossimo articoloCoronavirus, terzo caso in città