Home Altri Comuni CASAPULLA. Va a rincuorare il parente positivo e viene contagiato

CASAPULLA. Va a rincuorare il parente positivo e viene contagiato

“I responsabili dell’Asl mi hanno comunicato l’esito di un tampone positivo eseguito su un cittadino di Casapulla, che porta a sei il numero delle persone contagiate sul nostro territorio. A questo dobbiamo aggiungere i test già effettuati di cui si aspetta l’esito e quelli richiesti ed ancora da eseguire” – dichiara il sindaco Lillo – “Il sesto positivo è riconducibile al gruppo familiare di un altro contagiato; questo dimostra la nostra poca attenzione alla grave situazione che stiamo vivendo. Difatti, nei giorni passati, il nuovo positivo è andato a fare visita al parente che aveva fatto il tampone per rincuorarlo e purtroppo è rimasto contagiato a sua volta, diventando potenziale portatore di virus per chi abita con lui ed per tutte le persone con cui è entrato in contatto. Oggi chiunque ha un decimo di febbre o qualche altro sintomo che potrebbe essere riconducibile al Coronavirus, chiede che gli venga eseguito il tampone e pensa di aver risolto tutto. Non è così. Se si pensa di essere stato contagiato, la persona interessata ed i familiari conviventi devono mettersi tutti quarantena fino a quando non si conosce l’esito del tampone. La quarantena non è solo della persona sospetta, ma di tutti i familiari con cui vive e che hanno avuto contatti con essa. Se non si rispetta questa semplice procedura si diventa portatori di virus. Purtroppo in questo periodo dobbiamo evitare i contatti di qualsiasi tipo, anche se corriamo il rischio di sembrare scostanti; non dobbiamo andare a trovare amici, genitori, figli parenti ed altri; dobbiamo restare a casa che è l’unico modo per evitare il contagio”.