Home Attualità Il Si.P.Pe. scrive al Ministro Bonafede. “Chiediamo le dimissioni del direttore del...

Il Si.P.Pe. scrive al Ministro Bonafede. “Chiediamo le dimissioni del direttore del Carcere e del Comandante”

“Nella mattinata di oggi i poliziotti penitenziari in divisa di Santa Maria Capua Vetere, all’ingresso del carcere e mentre si accingevano ad entrare in istituto per iniziare il servizio, sarebbero stati fermati da qualche pattuglia dei carabinieri per controlli e, addirittura, questi avrebbero sequestrato dei telefoni cellulari. Tutti i poliziotti penitenziari sono usciti nel piazzale del carcere perché si sarebbero sentiti abbandonati dal comandante che, all’atto dell’imbarazzante operazione, sembra non fosse presente. I poliziotti penitenziari si sarebbero sentiti offesi per le modalità in cui sarebbero stati trattati, considerato che quest’azione eclatante sarebbe avvenuta in presenza dei familiari dei detenuti che, a quanto pare, se la ridevano. Il Comandante del carcere e il Direttore sarebbero arrivati solo dopo che le operazioni di controllo si sarebbero concluse e questo avrebbe fatto scatenare ancor di più la rabbia di tanti colleghi che si sarebbero trovati davanti a questa imbarazzante situazione, forse senza precedenti” – esordisce il segretario Generale del Si.P.Pe Carmine Olanda e gli fa eco il dirigente Nazionale Sippe, Michele Vergale – ” Al di là delle ragioni più o meno legittime di questa azione, non condividiamo le modalità che a nostro avviso hanno pregiudicato irrimediabilmente l’immagine della polizia penitenziaria, oltretutto in divisa, trattata come se fosse costituita da delinquenti; senza tener conto che i pareti dei “veri delinquenti” stavano lì a guardare e ridere di ciò che stava accadendo ad un corpo di Polizia dello Stato.
Un comandante non può permettere che i “suoi uomini” possano essere trattati in questo modo. Quest’azione poteva essere condotta in modo diverso e con la massima discrezione che merita la Polizia Penitenziaria. Un ufficiale dei Carabinieri avrebbe permesso tutto questo se fosse accaduto ai suoi uomini? Ma nell’Arma dei Carabinieri, lo sappiamo, con molta probabilità non si sarebbe arrivati a così tanto.
Pare addirittura che dei poliziotti penitenziari, per protesta, sarebbero saliti sui tetti della caserma del carcere.
Alla luce di quanto segnalato sopra, chiediamo un’ispezione urgente presso il penitenziario di Santa Maria Capua Vetere, le dimissioni del direttore del Carcere e del Comandante. Basta vedere il video che gira sui social per rendersi conto di quanto sia basso l’umore del personale in servizio al predetto carcere dopo questi fatti a dir poco deludenti. Un capo, quando non è più amato e seguito dai suoi uomini, dovrebbe fare un atto saggio: dimettersi”.