Home Attualità Questione Amaldi, interviene la preside Bernabei: “Solo strumentalizzazione elettorale”

Questione Amaldi, interviene la preside Bernabei: “Solo strumentalizzazione elettorale”

A riscontro dell’articolo odierno pubblicato per conto delle Associazioni sammaritane”Futuro 2030”, ”Passione civica”,”No STIR” ,”Svoltiamo”, “Movimento civico sammaritano” e l’Associazione politico culturale “S.U.D. per l’Italia”, la scrivente, in qualità di Dirigente Scolastica dell’Isiss Amaldi Nevio, esprime il più deplorevole disappunto per l’evidente infondatezza delle notizie diffuse e per la netta strumentalizzazione della scuola in questione, in clima elettorale, nonchè in piena emergenza sanitaria. In un siffatto frangente di crisi epocale, in cui i dirigenti scolastici sono stati pressati da migliaia di incombenze e responsabilità relative alla cogenza di “ristrutturare “ la scuola, cercando di farla funzionare nel miglior modo possibile, sia da un punto di vista didattico che organizzativo (non ultimo il rientro in presenza), risulta  inconcepibile assistere alla strumentalizzazione delle problematiche afferenti la  sicurezza dell ’Istituto. Grazie allo sforzo unanime di un intero corpo docente, l’Isiss Amaldi Nevio  che mi pregio di dirigere è riuscito ad assicurare in modo continuativo ed indefesso una ricca offerta formativa, non sottraendo un giorno di lezione ai discenti, in piena emergenza sanitaria e, grazie alla solerzia dirigenziale, ad assicurare a tutte le aule i più moderni ausili informatici e sistema di rete, nonché a fornire i necessari supporti tecnologici alle famiglie meno abbienti, sì da non lasciare nessun discente escluso dal cordone formativo. I lavori straordinari di copertura della sede Amaldi sono stati notevolmente procrastinati, a causa dello stato di emergenza sanitaria e delle avverse condizioni atmosferiche, ma sono quasi ultimati , grazie ai rispettivi interventi per le debite competenze della Provincia e dell’ Istituzione scolastica .Per quanto concerne l’Ente comunale, non deputato ai lavori di manutenzione degli Istituti superiori,  negli anni ha instaurato con la scrivente un proficuo rapporto di collaborazione , essendo sempre ampiamente disponibile a contribuire all’arricchimento dell’offerta formativa ed alla formazione completa dei futuri cittadini. Strumentalizzare la scuola per fini diversi non certo comporta benefici alle nuove generazioni che hanno bisogno dal mondo degli adulti di fulgidi esempi di collaborazione e sinergia per il bene comune e per la realizzazione di un futuro migliore.Mai, come in questo momento di riapertura delle scuole, per ottemperare al diritto costituzionale allo studio ed all’inclusione sociale, la scuola ha bisogno che il patto di corresponsabilità educativa sia particolarmente “ agito “ dall’intera comunità educante al fine di promuovere una cittadinanza attiva e consapevole e non che sia utilizzata come “cassa di risonanza “ ed interposta per biechi e meri ​ fini propagandistici.