Home Altri Comuni Carcere di Secondigliano, Famigliare detenuto si reca in carcere per colloquio, segnalato dal cane antidroga

Carcere di Secondigliano, Famigliare detenuto si reca in carcere per colloquio, segnalato dal cane antidroga

Nella giornata del 31.05.2022 un ragazzo giovane 19 enne si presentava presso l’ufficio colloqui del Penitenziario di Secondigliano per effettuare colloquio con il suo parente ristretto. Il ragazzo, giunto nell’ area controlli famigliari si trovava davanti agli Agenti dell’Unità Cinofile di Avellino che approfondendo i controlli attraverso il fiuto impeccabile del cane antidroga Spike rinvenivano 84 gr di Hashish e 3 grammi di cocaina ben occultata nelle parti intime. Il giovane ragazzo è stato denunciato e sottoposto agli arresti domiciliari dalle autorità competenti.

A seguito di ulteriori controlli, – estesi anche in vari luoghi all’ interno del Penitenziario – il cane antidroga Tyson rinveniva ben occultata in una saletta altri 74 gr di Hashish.

A darne notizia sono i Sindacalisti del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) Michele Vergale e Sabatino Della Monica che ancora una volta si congratulano con l’Unità Cinofile della Polizia Penitenziaria di Avellino per avere scovato ancora una volta le sostanze stupefacenti occultate nei posti più impensabili come tra l’atro anche nelle parti intime.

Come Sindacato – commenta Della Monica – stiamo lottando per fare istituire per ogni Istituto Penitenziario ed in modo permanente le unità cinofile antidroga, il Gruppo di Intervento della Polizia penitenziaria in caso di disordini e l’acquisto di nuovi mezzi tecnologi che possano aiutare a contrastare ogni tipo di fenomeno illecito si possa presentare. 

Solo in questo modo possiamo avere più sicurezza per contrastare sia l’introduzione delle sostanze stupefacenti, ritrovamento micro telefonini ed agire in caso si verificassero disordini all’ interno del Penitenziari.

Auspichiamo – conclude Vergale – che le Istituzioni come hanno trovato il finanziamento di 28 milioni di euro per la costruzione delle Casette dell’Amore destinati ai detenuti, trovano anche il finanziamento per incrementare la sicurezza degli Istituti Penitenziari ed incrementare la crescita delle Unità Cinofile. Non abbiamo parole.

Come Sindacato siamo orgogliosi di avere Spike e Tyson, due splenditi cani Pastori Belga Malinois a servizio del Paese.