Home Altri Comuni L’innovazione tecnologica come strumento per pavimentare la via della Pace, domani se...

L’innovazione tecnologica come strumento per pavimentare la via della Pace, domani se ne parla in Senato

24

Giovedì 8 febbraio, nella sala Capitolare del Senato della Repubblica, si terrà l’importante convegno dal titolo: “L’ innovazione tecnologica sia uno strumento per pavimentare le vie della pace”. Dopo i saluti del Senatore Lucio Malan, Presidente del gruppo FDI del Senato,verrà proiettato il film: “Il Credo”, tratto dal Kolossal cinematografico VideoCatechismo della Chiesa Cattolica. Come relatori interverranno anche il Dott. Gjon Kolndrekaj, regista e produttore cinematografico, considerato tra i maggiori registi a livello internazionale del Sacro e direttore di importanti programmi RAI, tra cui Linea Verde per ben dieci anni; il prof. Giuseppe Desideri Preside facoltà di scienze politiche, economiche e sociali unicampus HETG – Ginevra (Svizzera); la dott.ssa. Esther Flocco, Pres. A.I.M.C. – Associazione Italiana Maestri Cattolici; Il Dott. Luigi De Salvia Pres. Religions for peace Italia la dott.ssa Rossella Serao, scrittrice, critico d’arte e storico del teatro; il dott. Corrado Sorge, manager dell’innovazione esperto di Intelligenza Artificiale e Comunicazione digitale; il dott. Davide Piccolo, manager dell’innovazione esperto di AR e VR; l’avv.Vincenzo Gallotto, esperto in diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie.

A moderare l’incontro il giornalista vaticanista Luca Caruso. “L’empowerment femminile è la riscoperta e l’aitocisapevolezza delle proprie potenzialità tradotte in azioni, decisioni, scelte e noi Donne, continua Rossella Serao, sappiano essere bravissime in questo”. Il convegno è organizzato dalla dott.ssa Tania Cammarota, dal dott.Renato Tramontana, dal dott. Cataldo Pugliese. I lavori del convegno saranno trasmessi in diretta streaming al link e sul canale YouTube del Senato Italiano.

articolo precedenteTransito di carro allegorico, ecco come cambia la viabilità nel centro cittadino dall’8 al 13 febbraio
prossimo articolo“S. Maria Capua Vetere Capitale Italiana della Cultura 2027”. C’è la delibera di Giunta