Home politica Maggiore partecipazione, il PD chiede un Consiglio Comunale aperto

Maggiore partecipazione, il PD chiede un Consiglio Comunale aperto

172

In seguito a regolare convocazione si è riunito in data 27 gennaio 2017 il direttivo del Partito Democratico di Santa Maria Capua Vetere, che concordemente con la Segreteria e il Gruppo Consiliare in riferimento al redigendo Piano Urbanistico Comunale ha espresso tali considerazioni.
Premesso che:

1) Con recente votazione del 23 dicembre 2016 la giunta comunale ha approvato le linee programmatiche del PUC;

2) Tale provvedimento è stato adottato senza alcuna forma di coinvolgimento o confronto con la minoranza consiliare;

3) L’adozione delle linee programmatiche non è stata preceduta nemmeno da una discussione in sede di terza commissione consiliare;

4) Tale iter per quanto legittimo, dimostra la non volontà di attuare quel metodo di massimo coinvolgimento delle forze politiche cui la maggioranza intendeva ispirarsi;

5) L’approvazione del PUC rappresenta uno dei momenti delicati della vita di una comunità che richiede di più ampio dibattito confronto con la cittadinanza.

Tanto premesso e considerato, la segreteria, il direttivo e gruppo consiliare all’unisono stabiliscono quanto segue:
– I consiglieri del PD non parteciperanno ai lavori della conferenza dei capigruppo avente oggetto PUC non riconoscendo a tale organismo le competenze per sviluppare un proficuo dibattito sul punto
– Chiede che la maggioranza convochi un consiglio aperto alla Città per discutere pubblicamente delle proposte avanzate dalle singole forze politiche.

articolo precedenteSabato 4, Federico Salvatore tra Libreria Spartaco e Teatro Garibaldi
prossimo articoloVia Anfiteatro, via De Michele e via P. Morelli, ecco cosa cambia