Home cultura e spettacolo Certamen Latinum Capuanum: la premiazione al Salone degli Specchi

Certamen Latinum Capuanum: la premiazione al Salone degli Specchi

56

Sono stati premiati questa mattina i vincitori del Certamen Latinum Capuanum presso il Salone degli Specchi del Teatro Garibaldi. I lavori, svolti venerdì mattina presso l’aulario del Dipartimento di Lettere dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” sono stati esaminati dalla Commissione presieduta dal professor Claudio Buongiovanni e composta dalla professoressa Anna Mazzarella e dal professor Antonio Del Vecchio, ex dirigente del Liceo Classico “Cneo Nevio”.

Gli studenti premiati sono stati: Raffaele Febbraio (Liceo Diaz di Ottaviano), Maria Buonfino (Liceo Giannone di Benevento), Lorenzo Goglia (Liceo Giannone di Benevento), Annarita Balletta (Liceo Carducci di Nola), Giuseppina Tanzillo (Liceo Carducci di Nola).

Il Certamen, che si è svolto per il secondo anno consecutivo maturando così i requisiti per essere riaccreditato tra le eccellenze del MIUR, è tornato in auge nella Città di Santa Maria Capua Vetere dopo un’assenza durata 7 anni. Il regolamento è stato adottato nel 2017 dal Consiglio Comunale ed ha permesso alla manifestazione di dotarsi anche di un proprio logo identificativo su indicazioni della Commissione organizzatrice composta dal sindaco Antonio Mirra, dal Direttore del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” la prof.ssa Maria Luisa Chirico, dal dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Amaldi-Nevio” Rosaria Bernabei e dai due consiglieri comunali Elisabetta Milone ed Umberto Pappadia. La necessità di individuare un logo identificativo è andata nella direzione della caratterizzazione territoriale alla quale hanno partecipato, attraverso un concorso di idee, gli studenti degli istituti superiori di Santa Maria Capua Vetere.

https://www.cafedonjose.it/cafe-don-jose-capsule-a-modo-mio-compatibili

articolo precedenteCurti al voto. Polemica ingombranti, Raiano: “Quella via è di competenza di un altro Comune”
prossimo articoloSerena può continuare le cure grazie a Sagres