Home rubriche Il Cavaliere Elettronico illumina il Belvedere: gran concerto di Apparat a San...

Il Cavaliere Elettronico illumina il Belvedere: gran concerto di Apparat a San Leucio

“Quello che vedo io da qui è decisamente meglio di quello che vedete voi”. Parole di Apparat, il Cavaliere Elettronico che, giovedì 2 settembre, rivolgendosi al pubblico e riferendosi allo strepitoso panorama del Belvedere di San Leucio, ha suonato per due intense ore offrendoci ciò che ormai da tempo mancava a tutti… uno Spettacolo dal vivo senza uguali!
(Dimenticate streaming o dirette social!)
Grazie a Duel Beat e Mutate, organizzatori ufficiale dell’evento,
Sascha Ring, in arte Apparat, con estrema eleganza ci ha accompagnati in un viaggio intimo, fatto di luci soffuse ed un sound ricco di archi, fiati, corde, sinth..
Da quasi due anni, l’artista tedesco, era fermo e quella di ieri, a San Leucio, è stata la seconda tappa di un minitour tutto italiano, partito da Porto Recanati per il Mind Festival e che si concluderà a Celle Monte al Jazz:Re:Found. [Cinque le date italiane alle quali ne seguiranno altre in diverse città europee]
Due sono anche gli anni trascorsi dall’uscita dell’ultimo album, LP5, candidato a Grammy Award come miglior album elettronico/dance. Ma Sascha, oltre ad essere fra gli artisti elettronici più apprezzati degli ultimi tempi, è anche autore di diverse colonne sonore tra le quali possiamo ricordare quelle per il regista napoletano Mario Martone, con il quale ha collaborato nel 2014 per Il giovane Favoloso e ancora nel 2018 con Capri revolution, in cui lo stesso, Ring, appare per un cameo, interpretando il ruolo di un hippy in una comune.
Quella di Sascha è una carriera costellata da successi e da brani, come la ormai celebre Goodbye (sigla di Dark, Breaking Bad ed altre serie super pop) che resteranno nella storia. Inutile dire che, se avrete modo ed occasione, quello di Apparat è uno di quei live a cui DOVER andare almeno una volta nella propria vita. (Davide Belfiore – Stefania Romitelli)